La sonoisterosalpingografia è una metodica ecografica per la valutazione della pervietà tubarica e della cavità endometriale che si propone come alternativa, non invasiva, all’isterosalpingografia: mentre la prima può essere effettuata in un normale ambulatorio ginecologico utilizzando l’apparecchio ecografico e della soluzione salina, la seconda necessita di un ambulatorio radiologico utilizzando un mezzo di contrasto ed i raggi x. L’esame deve essere eseguito prima di una tecnica in vivo come l’inseminazione intrauterina.

Come viene effettuato l’esame

L’esame viene effettuato nei giorni che seguono il termine della mestruazione ed in ogni caso prima dell’ovulazione per evitare di essere in presenza di una gravidanza in fase iniziale. E’ prevista una fase di preparazione che consiste nell’applicazione di una lavanda vaginale disinfettante nei giorni precedenti l’esecuzione dell’esame, nell’assunzione di un farmaco antispastico il giorno dell’esame per favorire il rilassamento dell’utero e delle tube evitando un risultato falsamente patologico e qualsiasi sintomatologia dolorosa. L’uso dell’antibiotico deve essere costantemente adottato nelle donne con positività colturale ed in presenza di sintomatologia indicativa di flogosi così come può essere consigliato per profilassi in tutte le donne che devono sottoporsi all’esame.

Il giorno dell’esame il medico vi chiederà di assumere la posizione ginecologica come per una visita; quindi posizionerà lo speculum per visualizzare il collo dell’utero e procederà al posizionamento di un sottile catetere in utero che impedirà il ritorno in vagina della soluzione fisiologica, la quale obbligata così a rimanere in cavità uterina o a prendere la direzione delle tube, consentirà di visualizzare l’interno della cavità uterina e la situazione tubarica. La comparsa della soluzione fisiologica in addome con scomparsa della stessa dalla cavità uterina, confermerà la pervietà tubarica.

ISTEROSALPINGOGRAFIA

L’isterosalpingografia (ISG) è un esame di tipo radiografico che viene utilizzato per valutare la pervietà delle tube e la morfologia della cavità uterina iniettando nell’utero, per via cervicale, un liquido opaco ai raggi x e scattando una serie di radiogrammi per documentare appunto l’avvenuto passaggio del mezzo di contrasto in cavità addominale. Dal momento che tale metodica utilizza i raggi x, essa può essere effettuata solo in un ambulatorio radiologico: in momento in cui effettuare l’esame, la preparazione ed i risultati sono sovrapponibili a quelli già descritti per la sonoisteroslpingografia.